Fotovoltaico: Fatturazione SSP

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Nel nostro articolo Lo Scambio Sul Posto per impianti Fotovoltaici abbiamo descritto il meccanismo dello Scambio Sul Posto in merito all’energia fotovoltaica prodotta e ceduta alla rete elettrica nazionale. Con il presente articolo spieghiamo invece come avviene e come effettuare praticamente la fatturazione al GSE di tutti i corrispettivi che lo stesso GSE eroga ai ...

possessori di impianti fotovoltaici. Ovviamente si tratta dei soli produttori che hanno scelto lo Scambio Sul Posto quale meccanismo di valorizzazione economica dell’energia immessa. Trattandosi poi di fatturazione, questa è ovviamente rivolta solo a chi è effettivamente interessato ovvero a tutti quei soggetti ad esempio diversi dalle persone fisiche e quindi società di persone, di capitali ecc.
La presente guida è tuttavia utile anche a chi non effettua operazioni di fatturazione in quanto vengono qui riportate ad esempio notizie inerenti le tempistiche e le modalità di erogazione dei pagamenti per Scambio Sul Posto del GSE verso i produttori fotovoltaici.

Tempistiche e modalità di pagamento dello Scambio sul Posto
IL GSE eroga i corrispettivi legati allo scambio sul posto mediante 2 acconti annuali nell’anno corrente e un contributo di conguaglio nell’anno successivo al periodo di competenza[1]. I periodi di pubblicazione sul portale GSE dei corrispettivi di acconto e conguaglio nonché la loro erogazione avvengono a regime[2] con le modalità descritte nella tabella che segue.

A copertura degli oneri sostenuti dal GSE per lo svolgimento delle attività di gestione, verifica e controllo, inerenti i meccanismi di incentivazione e di sostegno, gli utenti sono tenuti a corrispondere al GSE una tariffa binomia (corrispettivo “fisso” e corrispettivo “potenza” variabile), al variare della potenza dell’impianto, come riportato nella tabella sottostante:

Si riportano, di seguito, alcuni esempi di applicazione delle tariffe:

La tariffa è calcolata su base annua a prescindere dall’eventuale permanenza dell’impianto in SSP inferiore all’anno ed è corrisposta al GSE con compensazione sulle somme erogate, secondo modalità operative disciplinate nelle DTF rese pubbliche sul sito web del GSE nella sezione dedicata allo SSP. Il GSE generalmente rende disponibile, annualmente, sul relativo Portale informatico, in concomitanza con il primo contributo in acconto dell’anno, la fattura con l’importo da riconoscere. La tariffa è riconosciuta al GSE tipicamente mediante una compensazione finanziaria da applicare al primo pagamento dell’anno e, in caso di incapienza, ai pagamenti successivi.

 

Fatturazione
Ove ricorre il caso (es. per società, soggetti fiscali in genere) le cifre versate dal GSE devono essere fatturate al GSE stesso prima della loro erogazione[3]. La fatturazione avviene mediante il portale del GSE che propone una “proposta di fattura” precompilata con inseriti già i dati anagrafici e fiscali (comunicati dal Soggetto Responsabile –il produttore fotovoltaico-) e gli importi relativi ai corrispettivi valorizzati dal GSE ed a cui l’utente deve aggiungere solo il numero fattura e la data della stessa[4]; l’invio della fattura al GSE avviene formalmente e legalmente mediante il portale stesso dopo aver inserito i succitati dati. Si fa presente che essendo il GSE un ente pubblico la fattura è obbligatoriamente elettronica[5] dunque occorre seguire le relative regole per tali fatture[6]. La numerazione della fattura è soggetta a regole contabili che dipendono dalla gestione della società (o soggetto fiscale) che la emette al GSE[7]. Il meccanismo di fatturazione elettronica previsto dal GSE non contempla fatture emesse secondo modalità differenti.

 

OMAGGIO ECOBITT!
In merito alle procedure pratiche per l’effettuazione della fatturazione sul portale del GSE Ecobitt dona a tutti i suoi lettori una guida orientativa pratica contenente le ISTRUZIONI RAPIDE PER EFFETTUARE LA FATTURAZIONE ELETTRONICA DELLO SCAMBIO SUL POSTO ATTRAVERSO IL PORTALE WEB DEL GSE. La guida è utile anche a coloro che non fatturano (ad esempio le persone fisiche) in quanto permette di comprendere le varie voci contabili presenti sull’applicativo GSE dedicato allo scambio sul posto.

      SCARICA LE ISTRUZIONI RAPIDE PER EFFETTUARE LA FATTURAZIONE ELETTRONICA DELLO SCAMBIO SUL POSTO ATTRAVERSO IL PORTALE WEB DEL GSE!

 

 


[1]Nel caso di imprese individuate come “energivore”, il GSE eroga il contributo di conguaglio 2 anni dopo rispetto all’anno a cui si riferisce.

[2]Per “regime” si intendono le convenzioni di Scambio Sul Posto non di recente stipula attive cioè da un periodo di tempo tale per cui i pagamenti si possano riferire ad un intero anno solare; infatti il primo pagamento di acconto e conguaglio per convenzioni attivate di recente è effettuato con modalità transitorie differenti rispetto a quelle di convenzioni a regime. Per maggiori dettagli si rimanda alle “Regole Tecniche” della Disciplina dello scambio sul posto disponibili sul portale GSE.

[3]Al fine di rispettare le tempistiche di pagamento, gli operatori devono completare il processo di fatturazione sul portale GSE entro l’ultimo giorno del mese di pubblicazione dei corrispettivi pena lo slittamento temporale del versamento entro il termine del mese successivo a quello in cui è stato effettivamente completato l’iter di fatturazione. In realtà con le mail del GSE inviate ai produttori a partire dal 2018, si stabilisce che il processo di fatturazione deve essere completato entro il 25 maggio al fine di evadere le fatture il 15 giugno successivo; in generale è riportato che “le fatture confermate entro il 25° giorno del mese 'n' saranno evase il quindicesimo giorno lavorativo del mese successivo”.

[4]La data da inserire potrà essere anche diversa dal giorno corrente ma non potrà essere né successiva a tale giorno né antecedente il mese o il periodo a cui i corrispettivi economici si riferiscono.

[5]A seguito delle disposizioni introdotte dal Decreto Ministeriale 3 aprile 2013, n. 55 in materia di fatturazione elettronica nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni

[6] Il GSE emetteper conto degli operatorile fatture in formato XML, provvedendo a firmarle digitalmente e a trasmetterle al Sistema di Interscambio SDI. Gli operatori sono tenuti ad effettuare la conservazione sostitutiva delle fatture e delle notifiche del Sistema di Interscambio, messe a disposizione dal GSE sul relativo portale di Scambio Sul Posto. Per maggiori dettagli sulla fatturazione elettronica al GSE si consiglia la consultazione del documento Istruzioni operative relative alle “Fatture Energy” disponibile sul portale GSE.

[7] Si ricorda ad ogni modo che le fatture emesse verso la Pubblica Amministrazione (c.d. “FatturePA”) devono essere caratterizzate da una numerazione progressiva separata rispetto a quella utilizzata per le fatture cartacee. Si precisa, inoltre, che il numero attribuito deve essere univoco: in caso contrario il documento sarà scartato dal Sistema di Interscambio in quanto si tratta di una duplicazione.

 

 

 

Richiedi preventivo gratuito

 

 

Contatti

Via XXIV Maggio n.27

64021 Giulianova - Teramo

P.Iva 01895910675

Phone: +39 085 800 2665

Email: info@bittsrl.com

© 2018 Bitt Srl - P.IVA 01895910675 - REA TE162269. All Rights Reserved.

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookie.

Utilizzando il nostro sito l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

I cookie sono piccoli file produtti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

Ci sono diversi tipi di cookie:

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunto da Google Analytics sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics.

Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del tuo browser.