Manutenzione Ordinaria Impianto FV

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

In questo articolo accenneremo alle operazioni generiche su un impianto fotovoltaico inerenti la manutenzione ordinaria dello stesso.
L’obiettivo che qui ci prefissiamo non è quello di far diventare dei manutentori i nostri lettori quanto quello di comprendere a grandi linee quando e se è necessario un intervento di manutenzione, a che cadenza

temporale e soprattutto di stabilire, a grandi linee, cosa è doveroso pretendere dai tecnici specializzati che sceglieremo per le operazioni manutentive.

La descrizione, qui presente, di come effettuare la manutenzione ordinaria avrà perciò il fine indiretto di far acquisire ai nostri lettori le doti per scegliere il miglior manutentore per il loro impianto fotovoltaico; cercheremo perciò di farvi evitare di accettare offerte troppo onerose, con interventi e azioni ingiustificatamente esuberanti rispetto al necessario o a cadenza troppo ristretta.

Ciò premesso, prima di proseguire, è doveroso esporre delle importanti avvertenze generali sulle operazioni che verranno descritte in seguito.

 

AVVERTENZE GENERALI

1) ATTENZIONE Non improvvisate mai delle riparazioni sul vostro impianto fotovoltaico, piuttosto provvedete a contattare personale specializzato; un tentativo di intervento da parte vostra potrebbe causare danni ancora più gravi. Non provate a smontare alcuna parte dei pannelli anche solo per accertarvi del funzionamento. L’impianto fotovoltaico (tranne di notte) è COSTANTEMENTE sotto tensione. I moduli fotovoltaici, essendo dei generatori di energia elettrica, forniscono tensione ed energia elettrica anche se non collegati ad altri dispositivi. INTERROMPERE IL CIRCUITO IN QUALSIASI SUO PUNTO E’ ESTREMAMENTE PERICOLOSO e può essere effettuato solo da personale specializzato. La rimozione non autorizzata delle protezioni, meccaniche o elettriche, o l’errato azionamento, possono provocare il rischio di gravi danni a persone o cose.

2) Tutte le specifiche operazioni di manutenzione ordinaria e straordinaria devono essere eseguite da personale qualificato e addestrato per tali operazioni, rispettando tutte le normative nazionali e di buon senso valide per la prevenzione di infortuni.

Inoltre tale personale, prima di operare sull’impianto deve aver preso attentamente visione del "PROGETTO ESECUTIVO COME COSTRUITO" e di tutta la documentazione e manualistica tecnica relativa ai componenti fondamentali dell’impianto e alla loro garanzia.

Questa documentazione è stata consegnata (o dovrebbe essere stata consegnata) dal realizzatore dell’impianto successivamente all’ultimazione dei lavori e dell’iter burocratico di connessione.

Infine il personale addetto deve essere fornito delle eventuali chiavi necessarie per l'apertura della cabina e dei quadri di conversione DC/AC che ospitano tutte le protezioni lato corrente continua e corrente alternata, gli inverter, il quadro di interfaccia di rete ed, eventualmente, il quadro di parallelo, qualora tutti questi dispositivi non fossero accessibili a vista.

3) L'utente deve inoltre rivolgersi a un’impresa installatrice abilitata per qualsiasi caso di alterazione visiva dell'impianto elettrico, come, per esempio, isolamenti danneggiati, cavi di colore giallo-verde interrotti o distaccati, interventi troppo frequenti di un interruttore differenziale o altra anomalia.

Il livello di sicurezza dell'impianto elettrico può ridursi nel tempo, a causa dell'uso e del naturale decadimento dei materiali isolanti.

L'utente dovrebbe quindi richiedere il controllo periodico da parte di un'impresa installatrice abilitata, si consiglia almeno ogni anno, per accertare, mediante opportune verifiche e prove, l'effettivo stato di manutenzione dell'impianto, e provvedere, con eventuali interventi mirati, a ristabilire il necessario livello di sicurezza.

Si consiglia di prestare particolare attenzione al funzionamento degli organi sezionatori, in particolar modo sul lato DC, verificandone eventuali malfunzionamenti (rotazione difficoltosa o a vuoto, blocco della leva, etc.).

 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE

Si consiglia di eseguire almeno gli interventi di ordinaria manutenzione riportati nel crono programma sottostante (opzione minima).

Di seguito si riporta la descrizione delle attività elencate.

 

PULIZIA DEI MODULI FOTOVOLTAICI

I moduli fotovoltaici raccolgono polvere e sporcizia, ma data la relativa inclinazione possono considerarsi autopulenti.

Una sottile patina di pulviscolo è ammissibile e non comporta eccessive perdite di efficienza.

Nel caso i pannelli siano eccessivamente sporchi di polvere, fanghiglia, escrementi di uccelli o vi si siano depositate foglie, è necessario pulirli con abbondante acqua (possibilmente distillata/demineralizzata) utilizzando attrezzi classici per la pulizia delle automobili.

Non utilizzare in nessun caso sostanze chimiche o detergenti aggressive o abrasive sul rivestimento del vetro anteriore. Non utilizzare sostanze alcaline, comprese le soluzioni a base di ammoniaca.

 

OCCHIO ALLA PULIZIA DEI PANNELLI IMPROVVISATA!

La pulizia, se effettuata con acqua di rubinetto, non va effettuata in giorni soleggiati né tantomeno nelle ore centrali del giorno; occorre assolutamente scegliere il crepuscolo (meglio quello mattutino rispetto a quello serale). L’inondazione d’acqua sui pannelli va infatti evitata nei momenti in cui la loro superficie presenta un’elevata temperatura (sia a causa dell’alto irraggiamento solare che del relativo passaggio di corrente nei loro circuiti interni). Buttare acqua su moduli fotovoltaici quando sono caldi equivale a sporcarli in modo piuttosto serio dal momento che l’acqua spruzzata sulla loro superficie vetrata tende ad evaporare velocemente lasciando una patina di calcare piuttosto difficile da rimuovere e si finisce perciò col peggiorare la situazione.

Durante le operazioni di manutenzione, lavaggio o pulizia dei moduli, indossare sempre guanti di gomma per l’isolamento elettrico.

ATTENZIONE!
Questa operazione può essere effettuata dall’utente solo nel caso i moduli siano facilmente accessibili e non ci sia il pericolo di cadute dall’alto.

ATTENZIONE!
Prima di pulire i pannelli controllare sempre accuratamente il loro manuale d’uso e manutenzione nonché le condizioni di garanzia al fine di individuare eventuali specifiche istruzioni o divieti in merito al lavaggio; una lettura scrupolosa eviterà perciò di effettuare potenziali azioni che potrebbero danneggiare i pannelli e/o invalidarne la garanzia.

 

CONTROLLO STRUTTURE DI SUPPORTO

Occorre effettuare un’ispezione del campo fotovoltaico per verificare:

• Che la struttura dei pannelli sia ben solida e assicurata alla superficie di appoggio

• Che non vi siano segni evidenti di ruggine o corrosione che ne possano compromettere la stabilità e la sicurezza

• Che, nel caso di impianti integrati, non vi siano infiltrazioni d’acqua o d’aria.

ATTENZIONE!
Questa operazione può essere effettuata dall’utente solo nel caso i moduli siano facilmente accessibili e non ci sia il pericolo di cadute dall’alto.

 

VERIFICA CONTATTI E QUADRI ELETTRICI

Occorre effettuare un’ispezione visiva dello stato dei quadri elettrici per verificare:

• che non vi siano segni di infiltrazioni d’acqua (in caso siano all’esterno)

• che non vi siano segni di bruciature (dovute a falsi contatti)

ATTENZIONE!
Non aprire i quadri elettrici. Questa operazione è consentita solamente a una ditta specializzata.

 

VERIFICA FUNZIONAMENTO ELETTRICO E MONITORAGGIO DATI

I controlli che seguono, fin dove sarà indicato, possono essere effettuati anche direttamente dai possessori dell’impianto fotovoltaico.

Per il monitoraggio dell’impianto si rimanda al nostro articolo Verificare l'andamento di un Impianto FV - Scopri facilmente come riconoscere se il tuo impianto fotovoltaico produce come dovrebbe.

Nel caso in cui si riscontrassero delle eventuali anomalie nella produzione, nonostante le buone condizioni atmosferiche, si rende necessario effettuare una diagnosi preliminare.

In generale per effettuare le normali verifiche di funzionamento basta controllare lo stato delle misure visualizzate dal display presente sull’inverter tenendo conto che, ovviamente, i valori derivanti dal campo fotovoltaico dipendono in modo determinante dalle condizioni atmosferiche, in particolar modo dal soleggiamento dei moduli fotovoltaici.

In prima analisi occorre verificare visivamente quanto di seguito (per quanto riguarda le verifiche sullo stato dell’inverter rilevabili dai LED e dal display, si rimanda al manuale d’uso e manutenzione dell’inverter):

• Accensione della spia “ALIMENTAZIONE” o “POWER” o simili sull’inverter;

• Valori di tensione di rete, solo se rilevabili dal DISPLAY dell’inverter, che devono essere a circa 230 V per impianti monofase o 400 V per quelli trifase;

• Potenze e/o correnti AC e DC solo se rilevabili dal DISPLAY dell’inverter;

• Lo stato di ON dell’interruttore generale;

• Chiusura (o stato di ON) dei sezionatori con fusibili (sia AC che DC).

Nel caso in cui si riscontrasse un basso livello di potenza attiva e di corrente immessa in rete o addirittura una loro assenza, nonostante le buone condizioni atmosferiche, si rende necessaria una verifica più approfondita ad esempio sull’inverter e sul quadro di parallelo/interfaccia.

ATTENZIONE
Tutte le sottostanti prove devono essere effettuate da personale esperto, si ricorda che i livelli di tensione a circuito aperto possono raggiungere valori anche fino a 900-1000 Volt in corrente continua.

Occorre munirsi di un multimetro digitale che consenta di effettuare misure di tensione e corrente in continua.

Per quanto riguarda le verifiche sullo stato dell’inverter rilevabili dai LED e dal display, si rimanda al manuale d’uso e manutenzione dell’inverter.

Nel caso lo stato dei LED rilevasse una assenza della rete all’ingresso dell’inverter, verificare lo stato degli interruttori presenti nel quadro di parallelo/interfaccia.

Nel caso le grandezze visualizzate dal display degli inverter evidenziassero una potenza non adeguata del campo fotovoltaico, verificare lo stato dei fusibili presenti nei quadri di campo vicino al campo fotovoltaico.

Oltre allo stato dei fusibili verificare, tramite ispezione visiva, la corretta integrità dei cavi DC e dei relativi connettori.

Verificato in particolare lo stato di efficienza dei fusibili, misurare il livello di tensione delle stringhe in arrivo al quadro di campo corrispondente.

Controllare inoltre lo stato delle connessioni verso la stringa e successivamente lo stato delle connessioni tra i singoli moduli.

Qualora le prove indicate precedentemente non abbiano sortito risultati positivi verificare la continuità del circuito di connessione delle stringhe, il problema potrebbe risiedere in qualche modulo. Occorre quindi verificare i valori di tensione presenti ai morsetti dai diversi moduli fotovoltaici.

 

 

Richiedi preventivo gratuito

 

 

Contatti

Via XXIV Maggio n.27

64021 Giulianova - Teramo

P.Iva 01895910675

Phone: +39 085 800 2665

Email: info@bittsrl.com

© 2018 Bitt Srl - P.IVA 01895910675 - REA TE162269. All Rights Reserved.

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookie.

Utilizzando il nostro sito l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

I cookie sono piccoli file produtti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

Ci sono diversi tipi di cookie:

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunto da Google Analytics sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics.

Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del tuo browser.