Adempimenti AEEGSI per Impianti FV

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

AGGIORNAMENTO: dal 1° gennaio 2018 l'AEEGSI (Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico), citata in questo articolo, è diventata ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente).

Per impianti fotovoltaici al di sopra dei 100 kWp di potenza e intestati a società di capitali o persone, apposite direttive stabiliscono eventuali obblighi (per i proprietari degli impianti) alla tenuta dei bilanci contabili in una specifica modalità ("conti annuali separati"); prescrivono altresì l’iscrizione dell’impianto fotovoltaico all'anagrafica del portale AEEGSI nonché l’invio annuale della cosiddetta “dichiarazione preliminare” e della “dichiarazione” sempre attraverso il sito dell'AEEGSI. Questa autorità fissa in ultimo e a cadenza annuale, un contributo necessario alla copertura dei costi relativi al proprio funzionamento.

 

Chi è obbligato
Segue un diagramma che illustra sinteticamente gli obblighi AEEGSI in base alla tipologia dei soggetti interessati; il diagramma è solo indicativo non esaustivo: per approfondimenti e per casi particolari si rimanda alle relative direttive AEEGSI.

 

Descrizione sommaria incombenze AEEGSI (riferite ai soli soggetti interessati)

Iscrizione in anagrafica operatori AEEGSI
L’iscrizione anagrafica ai registri telematici AEEGSI degli operatori avviene una sola volta. L’operazione è da effettuarsi generalmente nell’anno successivo a quello di entrata in funzione dell’impianto fotovoltaico (nell’esercizio societario successivo) banalmente entro il termine della prima scadenza dell’obbligo AEEGSI più imminente.

Invio dichiarazione preliminare AEEGSI
Entro le tempistiche precedentemente descritte (e successivamente all’iscrizione all’anagrafica operatori dell’AEEGSI, una tantum) va inviata all’AEEGSI, mediante portale, una comunicazione in cui si dichiara di essere o meno assoggettati all’obbligo di successivo invio dei conti annuali separati; nel caso si dichiari di essere esonerati occorre esplicitare la motivazione.

Trasmissione dei conti annuali separati (CAS) all’AEEGSI
Entro le tempistiche precedentemente descritte e successivamente sia all’iscrizione all’anagrafica operatori dell’AEEGSI (una tantum), sia all’invio della dichiarazione preliminare annuale, le aziende che hanno dichiarato (nella dichiarazione preliminare) di essere tenute all’invio dei dati di separazione contabile, compilano e inviano la stessa seguendo i criteri e i meccanismi descritti nell’apposito manuale sul portale AEEGSI in accordo con il bilancio aziendale dell’esercizio dell’anno passato.

Versamento annuale ad AEEGSI del contributo di funzionamento: calcolo
L’AEEGSI stabilisce annualmente il contributo necessario alla copertura dei costi relativi al proprio funzionamento. Esso si versa a mezzo conto corrente bancario alle coordinate indicate ogni anno nell’apposita sezione del portale AEEGSI. Il versamento va effettuato dopo l’iscrizione all’anagrafica operatori AEEGSI (una tantum). L'AEEGSI stabilisce altresì annualmente con propria deliberazione la misura del contributo necessaria alla copertura dei propri costi. (es. per il versamento da effettuarsi nell’anno 2014 era dello 0,3‰ ; per il 2015 e 2016 era 0,28 ‰); tali aliquote sono riferite ovvero vanno applicate ai ricavi economici dell’impianto fotovoltaico* relativi all'anno di esercizio societario precedente a quello di versamento del contributo di funzionamento così come risultanti dall'ultimo bilancio approvato (es. versamento 2016 è riferito ai ricavi a bilancio legati all’impianto FV maturati nell’anno 2015). Il versamento del contributo non è dovuto per somme uguali o inferiori a 100,00 €. Resta ad ogni modo comunque sempre l'obbligo di presentare la dichiarazione (di cui segue descrizione) nonché le sanzioni previste in caso di omessa, tardiva o falsa dichiarazione: oltre a costituire reato tali infrazioni comportano il pagamento pecuniario e/o la sospensione dei pagamenti, fino a corretto invio avvenuto, delle eventuali convenzioni incentivanti [conti energia] o di quelle di Scambio Sul Posto, Ritiro dedicato, ecc. 

--Come Calcolare il contributo--
I ricavi assoggettati al contributo sono costituiti dalle componenti positive di reddito desumibili dal conto economico del bilancio relative alla gestione ordinaria e accessoria dell’impresa. Sono escluse dal contributo le poste rettificative dei costi quali gli incrementi delle immobilizzazioni, le variazioni dei lavori in corso e le variazioni delle rimanenze dell’esercizio. I ricavi assoggettati al contributo sono costituiti più specificatamente dalle componenti positive di reddito (ricavi) afferenti esclusivamente le attività di cui all'articolo 2 dell'Allegato A alla deliberazione n. 143/07, come modificato dalla deliberazione n. 200/2013/A* e desumibili dall'ultimo conto economico chiuso ed approvato, redatto secondo i principi contabili nazionali e relative alla voce "A1 - Ricavi delle vendite e delle prestazioni" e alla voce "A5 - Altri ricavi e proventi". Sono altresì incluse nella base imponibile per il calcolo del contributo le componenti di ricavo che trovano esatta contropartita nei costi di esercizio del conto economico del bilancio e che costituiscono mere partite di giro senza margine per le imprese. Le società che redigono i propri bilanci secondo i principi internazionali IAS/IFRS, assoggettano al calcolo del contributo i ricavi riportati nello schema di conto economico redatto secondo le disposizioni in materia di unbundling. Per quanto attiene i ricavi della gestione accessoria dell'impresa, ovvero quelli ricompresi nella voce "A5 - Altri ricavi e proventi" gli stessi devono essere assoggettati al contributo se riferibili alle attività indicate all'articolo 2 dell'Allegato A alla deliberazione n. 143/07, come modificato dalla deliberazione n. 200/2013/A*.
I soggetti non tenuti alla redazione del bilancio versano il contributo sull'ammontare dei ricavi delle vendite e delle prestazioni applicando la misura stabilita alle corrispondenti voci delle scritture contabili o fiscali obbligatorie afferenti le attività indicate al citato articolo 2 dell'Allegato A alla deliberazione 143/07 come modificato dalla deliberazione 200/2013/A* .
Seguono degli esempi (non esaustivi) di ricavi che rientrano o non rientrano nel calcolo del contributo.
NON RIENTRANO tra i ricavi assoggettati al calcolo del contributo:

  • l'energia elettrica per la quota destinata all'autoconsumo;
  • ricavi derivanti da certificati verdi

RIENTRANO tra i ricavi assoggettati al calcolo del contributo:

  • ricavi da tariffa incentivante "Conto Energia" (al netto della ritenuta d'acconto)
  • ricavi da tariffa incentivante "Tariffa Premio" (al netto della ritenuta d'acconto)
  • ricavi derivanti da servizi di scambio sul posto (conto scambio)
  • ricavi derivanti da "Ritiro Dedicato" in cessione totale e/o parziale (RID)
  • ricavi derivanti da vendita con tariffa onnicomprensiva

Invio dichiarazione annuale AEEGSI
Apposita dichiarazione inviata a mezzo portale AEEGSI [dopo registrazione in anagrafica operatori (una tantum)] inerente i conteggi effettuati per il calcolo del contributo di funzionamento. Come detto, il mancato, tardivo o errato invio comporta conseguenze anche tra l’altro sulla sospensione di incentivi e convenzioni SSP o RID. Nella dichiarazione si deve indicare il soggetto che ha eseguito il versamento, la misura e la data di versamento, la base imponibile per la liquidazione del contributo. La dichiarazione deve essere resa anche nel caso in cui il contributo non sia dovuto poiché inferiore alla soglia di 100,00 (cento/00) euro, indicando la sola base imponibile. AGGIORNAMENTO 10 agosto 2017: dall’anno 2017 non vige più l’obbligo di invio della dichiarazione della base imponibile anche per chi non è tenuto a versare il contributo perché inferiore alla soglia di 100,00 euro (per maggiori approfondimenti vedasi punto 5 e 6 della Delibera 384/2017/A del 01 giugno 2017 e articolo 5.4 e 6.2 dell’allegato A della Delibera 384/2017/A nonché il punto 15 della Determina 139/2017 - DAGR del 10 agosto 2017 e la FAQ relativa alla domanda “Quando il versamento non è dovuto?” ed alla domanda “Cos'è la dichiarazione/comunicazione on line?”; inoltre si fa riferimento alla fine dell’obbligo anche a pagina 3 (ultime due righe finali) del “Manuale d’uso: Contributo per il funzionamento dell’Autorità del 10 agosto 2017” predisposto dall’AEEGSI).

(*) Generalmente: ricavi scaturiti dall'attività di produzione dell'energia elettrica, inclusa la produzione di energia elettrica degli impianti con produzione combinata di energia elettrica e calore (cogenerazione)).

 

Segue una tabella di riepilogo sintetico cronologico degli adempimenti annuali AEEGSI.

 

 

 

Richiedi preventivo gratuito

 

 

Contatti

Via XXIV Maggio n.27

64021 Giulianova - Teramo

P.Iva 01895910675

Phone: +39 085 800 2665

Email: info@bittsrl.com

© 2018 Bitt Srl - P.IVA 01895910675 - REA TE162269. All Rights Reserved.

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookie.

Utilizzando il nostro sito l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

I cookie sono piccoli file produtti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

Ci sono diversi tipi di cookie:

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunto da Google Analytics sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics.

Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del tuo browser.